Passa ai contenuti principali

SI ALZA IL SIPARIO SULLA FUTURA VETRINA RENAULT SUGLI CHAMPS-ÉLYSÉES



A Parigi, sugli Champs-Élysées, si sta preparando il futuro flagship store della Marca, vetrina mondiale del suo know-how a livello di design e tecnologia.
Il nuovo nome è a immagine e somiglianza di questo spazio rivisitato: le défilé Renault - the carwalk Renault™.
Il digital twin della nuova sede della Marca è già disponibile.

UNA PRESENZA STORICAMENTE STRATEGICA
Pionieristico e visionario, Renault è il primo costruttore ad aver creato uno showroom nel 1910 su Avenue des Champs-Élysées, a Parigi, per ricevere i clienti in occasione del Salone dell’Auto che, a quei tempi, si teneva al Grand Palais.

Da primo showroom a inizio secolo a L’Atelier Renault nel 2000, passando per il Pub Renault del 1962, l’avventura di Renault è storicamente associata alla sua presenza sugli Champs-Élysées che, con il loro prestigio ed attrattiva, sono un forte simbolo strategico per la Marca.

In occasione del rinnovo del contratto di locazione per altri 12 anni, oggi Renault intende rivoluzionare il suo mitico showroom situato nel viale più bello del mondo e sostenere il progetto di ristrutturazione.

Con una media di circa 1,8 milioni di visitatori all’anno, questo simbolo internazionale della Marca sta vivendo ora la quarta trasformazione della sua storia, con la creazione di una nuovissima vetrina d’autore che reinterpreta in modo contemporaneo il concept pionieristico del “lieu à vivre” inaugurato con la sua apertura.

Avvento dei veicoli elettrici, tecnologia di bordo all’avanguardia, nuove mobilità, sostenibilità … il settore automotive sta vivendo una delle più profonde rivoluzioni della sua storia. Noi di Renault siamo orgogliosi dei nostri 125 anni di esperienza e della visione assolutamente umana, appassionata, internazionale e moderna che abbiamo dell’automobile. Per noi è un dovere essere al centro della vita dei clienti. La nostra presenza sugli Champs-Élysées, simbolo di una Francia aperta al mondo, è qualcosa che va da sé e che illustra perfettamente cos’è per noi l’auto del futuro: esperienza, memoria, proiezione, condivisione e stupore. Fabrice Cambolive, Direttore Generale della Marca Renault

UN LUOGO DI VITA MULTIFUNZIONALE
Anche la ristrutturazione di questa sede, pensata per essere un “laboratorio” delle soluzioni di mobilità, dimostra la profonda trasformazione intrapresa dalla Marca nell’ambito del piano strategico Renaulution.

Gli obbiettivi principali sono quelli di offrire uno sguardo diverso sulla mobilità del futuro e consolidare il rapporto esclusivo di Renault con i suoi clienti. In particolare, è qui che sarà ospitata una mostra permanente di 18 veicoli e un’agorà nel centro della struttura, in cui si svolgeranno conferenze, esposizioni temporanee ed eventi in diretta streaming. La Place des Libertés consentirà a Retail Renault Group[1], che prevede di riorganizzare le sue sedi nella capitale francese per il 2030, di proporre ai clienti consegne su misura e presentazioni dei veicoli in anteprima. I clienti avranno la possibilità di ottenere finanziamenti, acquistare o noleggiare veicoli nuovi e usati in loco. Sarà disponibile anche un servizio post-vendita.

I visitatori ritroveranno anche la boutique fisica dei prodotti di merchandising the originals renault store e potranno accedere al ristorante, la cui terrazza sarà riaperta, dando la possibilità di ospitare fino a 154 clienti (all’interno e all’esterno).  

Infine, l’edificio e i suoi spazi potranno essere utilizzati da terzi per l’organizzazione di eventi.

 

UN NUOVO LUOGO SUBLIMATO DA UN NUOVO NOME
Quando lo showroom e il punto di vendita sono stati creati nel 1910, il nome faceva riferimento solo all’indirizzo. I nomi successivi sono stati tutti scelti con cura per sottolineare l’evoluzione dei vari concept rappresentativi della Marca nei rispettivi momenti storici.

Nel 1962 giunge in Europa un nuovo concept rivoluzionario, più incentrato sulla Marca e sulla sua immagine che sui prodotti. Un luogo d’incontro che gira intorno ad una Marca automobilistica, ancora più creativo ed espressivo, pur restando altrettanto moderno e visionario di quello del 1910: nasce così il Pub Renault, che si ispira contemporaneamente al termine francese “publicité” e alla parola inglese “pub”. Inizia, così, l’era delle voitures à vivre. Nel 2000, traendo ispirazione dall’estetica industriale degli anni 1990, il posto viene ribattezzato L’Atelier Renault, riflesso del nuovo slogan pubblicitario: “Renault, creatore di automobili”.

Oggi, Renault reinventa ancora una volta il concept e l’architettura di questo luogo. Il futuro “gioiello” alto di gamma della Marca assume un nuovo nome: Le défilé Renault – the carwalk Renault™.: Un nome che evoca il know-how della Marca e parla del suo obiettivo ambizioso di diventare un luogo di incontro e confronto, per consentire a tutti i visitatori di partecipare al “défilé à vivre” di Renault. Il gioco di parole che si ritrova nella versione inglese del nome (carwalk) fa riferimento alle sfilate di alta moda (catwalk podium). Il logo, pensato per creare un legame diretto con l’architettura, rimanda alla costruzione centrale a spirale, ovale ed organica, che rompe i codici delle esposizioni statiche.

Partire dal virtuale per scoprire il reale
In attesa della riapertura del futuro flagship store, Renault ha sviluppato il suo digital twin con Publicis Sapient, Società di consulenza in trasformazione digitale. Il digital twin si colloca in un mondo virtuale sofisticato che offre infinite possibilità. Pur restando fedele al concept reale ideato dall’architetto e designer Franklin Azzi, si concede alcune libertà artistiche, tra cui una spirale (carwalk) di 14 piani su cui sono presentati  85 modelli Renault.

Il nuovo mondo virtuale ripercorre 125 anni di storia della Marca attraverso un percorso interattivo in cui i visitatori possono spostarsi per scoprire i vari modelli, dai più datati ai più recenti della gamma (Megane E-Tech Electric, Austral E-Tech Full Hybrid, Espace E-Tech Full Hybrid, Nuova Clio, R5 Prototype E-Tech Electric, 4ever Trophy E-Tech Electric e Scenic Vision). Da un menù a tendina si può accedere direttamente al veicolo prescelto.

I visitatori possono anche scoprire in anteprima il futuro ristorante ed entrare nella boutique the originals renault store per acquistare i prodotti di merchandising della Marca.

Tutti possono creare un avatar personalizzato ed interagire con gli altri utenti in chat pubblica o privata  oppure grazie al sistema di microfoni integrato.

Il digital twin è stato sviluppato con una tecnologia all’avanguardia basata sul Pixel Streaming in Unreal Engine. Unreal Engine è il tool di creazione 3D in tempo reale più aperto ed avanzato del mondo, usato per sviluppare videogiochi popolari come Fortnite. Questa tecnologia consente di creare immagini fotorealistiche ed esperienze immersive ultrarealistiche.

Lo scopo del digital twin è diventare la casa di tutte le comunità online grazie alle esperienze offerte a tutti. Questa piattaforma scalabile integrerà diversi sviluppi futuri per coinvolgere gli utenti e creare opportunità commerciali in linea con la strategia web3 della Marca.

Renault affronta ancora una volta la sfida del dialogo tra reale e virtuale. Con questo  digital twin confermiamo la nostra posizione di leader tecnologico e pioniere a livello di esperienze immersive e servizi digitali. Arnaud Belloni, Direttore Marketing Mondo di Renault 

È già possibile accedere al digital twin in tutto il mondo da dispositivi dotati di connessione Internet dall’indirizzo thecarwalkrenault.com oppure con l’apposito QR code.

Sono disponibili diverse lingue: francese, inglese, spagnolo, portoghese, italiano e tedesco.

UNA NUOVA ERA IN UNA VETRINA MODERNIZZATA
La nuova vetrina di Renault nel cuore della capitale francese è stata resa possibile grazie all’architetto e designer francese di fama internazionale Franklin Azzi. Renault ha scelto questo progetto perché riflette gli obiettivi estetici e tecnici della Marca. Dalla progettazione all’implementazione, Franklin Azzi ha adottato un approccio globale, sia a livello di proposta architettonica che di visione del percorso esperienziale del cliente.   

Nel suo studio di Parigi, creato nel 2006, l’architetto sviluppa un approccio trasversale alimentato dall’incrocio di vari punti di vista e discipline, elaborando un’arte di progettare e costruire aperta a tutte le scale e tipologie di spazio. Franklin Azzi si impegna come progettista-costruttore a tutti i livelli della creazione, dalla grande scala fino al minimo dettaglio di produzione, che si tratti di opere pubbliche o private, in Francia o sui mercati internazionali.  

In particolare, egli ha dato nuova vita ad edifici del patrimonio architettonico (Tour d’Argent, Temple), inventato gli spazi di vita e lavoro del futuro (Messager, Toko, The Bureau), rivisitato la pianificazione urbana nel rispetto di quanto già esistente (Halles Alstom a Nantes, Beaupassage per Emerige) e messo a punto strutture smontabili e rimovibili (il padiglione sul tetto delle Galeries Lafayette): tutti luoghi progettati con un approccio sostenibile e contemporaneo al servizio degli utenti.

Franklin Azzi, lungi dall’avere uno stile formale, sviluppa un’architettura minimalista a livello di estetica e massimalista per il funzionalismo amplificato e la qualità ambientale, vantando il ritorno al “buon senso”. Esemplificativa della sua capacità di creare e fare innovazione con il riutilizzo è la nuova Tour Montparnasse, progetto realizzato con la Nouvelle AOM (Franklin Azzi Architecture, Chartier Dalix Architectes e Hardel Le Bihan Architectes), sintesi della sua visione di una città verticale, poco energivora, aperta e resiliente.

Per Renault, Franklin Azzi ha realizzato i 2.000 m² di spazio espositivo aperto al pubblico con un percorso ascendente che forma un anello di 170 metri per accedere ai vari livelli. Quest’architettura, la cui forma è ripresa nel logo, è un chiaro accenno ai circuiti delle gare automobilistiche.

Arredi dal design alto di gamma, illuminazione accurata, materiali sobri e trasparenze, tutto è stato pensato per accostare contemporaneità e tradizione, in modo da offrire dal 2025 un’esperienza inedita del mondo Renault - al tempo stesso completamente aperta, ma intimistica - ai visitatori francesi ed internazionali.

 

Si tratta di offrire un luogo di vita e di esperienza intuitivo, emozionale e fluido per svelare la Marca e proporre una customer journey imperdibile ed indimenticabile in un posto iconico. Spina dorsale del progetto, il carwalk stabilisce il legame tra spazi e programmi, ma anche tra varie epoche. I veicoli che hanno segnato la storia di Renault e quelli che la scriveranno in futuro sono presentati gli uni accanto agli altri, come su una linea del tempo. Il “grande anello” è un oggetto funzionale fortemente tecnico, ma anche intriso di poesia. Caratterizzato da una “strada infinita” che si fonde con il soffitto, incarna simbolicamente l’ambizione di Renault: spingersi sempre oltre in un’incessante ricerca di innovazione. Il particolare concept architettonico incarna i valori di libertà, mobilità e sostenibilità portati avanti dal Gruppo, svelando un luogo unico, dove il concept risalta con forza e chiarezza e dove tutti possono vivere l’esperienza del “Défilé Renault”. Franklin Azzi, architetto e designer  

Carta di identità: le défilé Renault – the carwalk Renault™

 

2.258 m² di superficie
2.000 m² di area espositiva aperta al pubblico
170 metri lineari di carwalk
185 m² di facciata trasparente
Edificio aperto al pubblico di categoria 3
100% accessibile alle persone a mobilità ridotta (pendenza massima 4%)
5 aree visitatori 

Commenti

Post popolari in questo blog

Alfa Romeo JUNIOR ibrida

Junior offre due soluzioni di motricità per la versione Ibrida: trazione anteriore oppure trazione integrale Q4, una novità nel segmento premium, che sarà disponibile in una fase successiva. JUNIOR IBRIDA adotta un’architettura 48v Hybrid VGT (Variable Geometry Turbo) da 136 CV. L’unità termica adotta il motopropulsore 3 cilindri da 1,2 litri a ciclo Miller con turbo a geometria variabile e catena di distribuzione per la massima affidabilità. La componente elettrica è composta da una batteria agli ioni di litio da 48 volt e un motore elettrico da 21 kW integrato nell’ innovativo cambio a doppia frizione e 6 rapporti che opera insieme all’ inverter e la centralina della trasmissione per garantire la massima efficienza. JUNIOR IBRIDA offre un’esperienza di guida estremamente fluida e consente di procedere in modalità elettrica per oltre il 50% in città; JUNIOR garantisce guida in elettrico non solo nelle manovre di parcheggio o a basse velocità cittadine ma anche su percorsi extraurbani,

Alfa Romeo JUNIOR è ordinabile

È ordinabile la JUNIOR SPECIALE, versione di lancio top di gamma disponibile nelle motorizzazioni IBRIDA (136CV) ed ELETTRICA (156CV). JUNIOR SPECIALE, limitata esclusivamente all’edizione di lancio, sintetizza sportività, tecnologia e comfort in una configurazione unica che prevede una selezione mirata dei migliori contenuti offerti in gamma. Negli esterni, spicca la nuova reinterpretazione dello scudetto “Progresso”, le finiture sportive opache con inserti nel nuovo e già iconico rosso Brera e cerchi in lega “Petali” da 18”. L’abitacolo è impreziosito da tratti sportivi e contenuti esclusivi come gli interni “Spiga” in vinile e tessuto, il volante in pelle ed il sedile guidatore a movimentazione elettrica con funzione massaggio. La cura nei dettagli è assicurata dall’elegante e distintiva illuminazione interna a 8 colori che caratterizza le bocchette aria, il tunnel centrale e l’iconico Cannocchiale. Completano un allestimento estremamente ricco le dotazioni di sicurezza: JUNIOR SPE

NUOVA ALFA ROMEO MILANO: LA SPORTIVITA’ DIVENTA COMPATTA

Benvenuta MILANO, la nuova compatta che riporta la sportività Alfa Romeo nel segmento di mercato più grande d’Europa. Un simbolico “ben tornato” a chi ha amato Giulietta e Mito, e un caldo benvenuto a una nuova generazione di Alfisti. MILANO ridefinisce i canoni di bellezza nel segmento. Design italiano opera del Centro Stile Alfa Romeo (Torino): connessione emotiva al primo sguardo, grazie alla reinterpretazione degli stilemi tipici del marchio. Dinamica di guida best in class. MILANO porta il tipico piacere di guida Alfa Romeo nel segmento delle compatte, grazie a soluzioni tecniche specifiche frutto di un processo di sviluppo coordinato dalla stessa squadra che ha progettato Giulia GTA. Comfort e praticità ai vertici del segmento, come dimostra il bagagliaio più capiente tra i competitor premium (400l) e la soluzione Alfa Romeo Cable Organizer. MILANO è “ELETTRICA”, con batteria da 54 kWh, proposta in 2 varianti di potenza: 156 CV, e la top di gamma VELOCE con 240 CV. MILANO ELETTRI

Alfa Romeo JUNIOR Elettrica

Nella versione elettrica di Junior, Alfa Romeo sceglie un sistema di propulsione di nuova generazione, che unisce un motore elettrico (Hybrid Synchronous Motor) e una batteria di ultima generazione. Grazie alle elevate potenza e coppia e a una specifica taratura del gruppo propulsore elettrico, la nuova compatta sportiva offre un piacere di guida senza compromessi con dinamica ai vertici del segmento. Disponibile in due versioni di potenza, 156CV o 240 CV, la nuova vettura assicura prestazioni d’eccellenza e una guida coinvolgente e sportiva come ogni Alfa Romeo. La batteria da 54 kWh offre un’elevata densità di energia e un ottimo rapporto tra energia nominale ed energia utilizzabile. In particolare, nella versione da 156CV, il pacco batterie agli ioni di litio assicura 410 Km di autonomia nel ciclo WLTP, che diventano oltre 590 Km nel ciclo urbano. Ricaricare la nuova Junior è semplicissimo: nelle stazioni di ricarica rapida da 100 kW in corrente continua, sono sufficienti meno di 30

Fiat Mobi vince il premio Miglior Rivendita, assegnato da Quatro Rodas e KBB

- Il modello Fiat ha vinto il primo posto nella sua categoria   - I premi evidenziano i veicoli che si sono svalutati meno nell'ultimo anno  Dal 2016 la Fiat Mobi è un esempio di auto democratica e questo vale anche quando il veicolo viene venduto. Tanto che il modello è stato riconosciuto nel premio Best Reseller, assegnato da Quatro Rodas e Kelley Blue Book (KBB), essendo l'auto che si è deprezzata meno nel suo segmento nell'ultimo anno.   Il Mobi si è distinto nella categoria “Subcompact Access Hatch”, dove ha perso il 27,8% in valore, il miglior tasso del segmento. In effetti, non è solo sotto questo aspetto che Mobi se la cava bene. È anche uno dei modelli più venduti nel paese. Alla fine del primo trimestre dell'anno erano già immatricolate 14.665 unità.   Riferimento nel mercato, il premio Best Resale riconosce le automobili e i veicoli commerciali leggeri con il deprezzamento più basso su un periodo di 12 mesi. Per arrivare al risultato, i valutatori utilizzano

È STATA VARATA UNA BARCA FIAT 500 – E POTRESTI POSSEDERE O FARNE UNA

È stata creata una barca in edizione limitata ispirata all'iconica Fiat 500 "Car 500 Off-Shore" è un vero riflesso dell'artigianato italiano, richiamando il design elegante e la ricca tradizione della Fiat 500 per offrire un nuovo modo innovativo di navigare i mari La barca dispone di due salotti reclinabili, ideali per prendere il sole, e raggiunge velocità fino a 24 miglia all'ora Sono state costruite 500 unità della "Car 500 Off-Shore" e un numero limitato è disponibile anche per l'acquisto Disponibile per il noleggio lungo la Costiera Amalfitana dove puoi anche pagare per avere una proposta di matrimonio   È stata varata una barca ispirata alla Fiat 500 chiamata "Car 500 Off-Shore". L'edizione limitata, unica nel suo genere, presenta tutte le caratteristiche distintive dell'iconica Fiat 500, tuttavia sono replicate con materiali di qualità marina e adattate alla nuova funzionalità.  Ideata dall'imprenditore italiano Antonio

Alfa Romeo: non va bene Milano? Allora Junior!

In una delle settimane più importanti per il futuro di Alfa Romeo, un esponente del Governo Italiano dichiara che l’utilizzo del nome Milano, scelto dal marchio per chiamare la nuova compatta sportiva appena presentata, è vietato per legge. Il nome Milano, tra i favoriti del pubblico, era stato scelto per rendere tributo alla città dove tutto ebbe origine nel 1910. Non è la prima volta che Alfa Romeo chiede il parere del pubblico per scegliere il nome di una vettura. Successe già nel 1966 con la Spider 1600: in quel caso il nome scelto dal pubblico era stato Duetto. Pur ritenendo che il nome Milano rispetti tutte le prescrizioni di legge, e in considerazione del fatto che ci sono temi di stretta attualità più rilevanti del nome di una nuova autovettura, Alfa Romeo decide di cambiare il nome da Milano a Junior, nell’ottica di promuovere un clima di serenità e distensione. Il team Alfa Romeo ringrazia il pubblico per l’enorme numero di feedback ricevuti, la rete dei concessionari italian

Esplorando l'Autobianchi Y10: Un'icona della mobilità urbana italiana

Nel panorama automobilistico italiano degli anni '80 e '90, l'Autobianchi Y10 ha lasciato un'impronta indelebile come simbolo di stile, innovazione e praticità. Questo veicolo compatto ha conquistato il cuore di molte persone, diventando un'icona della mobilità urbana. Storia e Sviluppo L'Autobianchi Y10 è stata lanciata sul mercato nel 1985 come erede della celebre Autobianchi A112. Progettata dalla casa automobilistica italiana Autobianchi, conosciuta per la sua collaborazione con Fiat e Lancia, la Y10 ha rappresentato un passo avanti nel design e nelle tecnologie automobilistiche dell'epoca. Il suo design distintivo, curato dallo studio di design Bertone, ha reso la Y10 immediatamente riconoscibile sulle strade italiane. Le sue linee agili e compatte erano perfette per la guida in città, mentre l'abitacolo confortevole e ben progettato offriva un'esperienza di guida piacevole anche per lunghi viaggi. Caratteristiche e Tecnologia Nonostante le dime

ALFA ROMEO MILANO LA GAMMA IBRIDA ed ELETTRICA con 3 pack per il massimo in TECNOLOGIA, ESCLUSIVITA’ o SPORTIVITA’

Alfa Romeo MILANO presenta una logica di gamma che rende ancora più semplice la configurazione da parte del cliente. MILANO è offerta in 4 motorizzazioni: IBRIDA da 136 CV, IBRIDA Q4 da 136 CV, ELETTRICA da 156 CV e ELETTRICA VELOCE da 240CV. Tre pack completano l’offerta: Techno, per la massima dotazione in termini di sicurezza tecnologia e funzionalità; come la guida autonoma di livello 2, il portellone elettrico con hands free, i proiettori LED Matrix e la navigazione connessa con assistente virtuale. Premium per il massimo comfort e esclusività grazie agli interni misto vinile-tessuto, sedile guidatore movimentato elettricamente con funzione massaggio, illuminazione d’ambiente interna e pedaliera e battitacco in alluminio. Sport che per definizione conferisce il massimo della sportività con Sedili Sabelt, rivestimenti in Alcantara e caratterizzazione sportiva negli esterni.

Fiat Professional: tecnologia, versatilità, design e soluzioni pratiche al servizio di liberi professionisti e aziende

• Fiat Professional rinnova la sua gamma di veicoli commerciali incorporando un design con personalità, motori elettrici con maggiori prestazioni, autonomia e velocità di ricarica e un intero arsenale di tecnologie e soluzioni innovative. • In questa nuova generazione, la Fiat E-Ducato, sviluppata interamente dall'azienda italiana, aumenta la sua autonomia del 30% e riduce i tempi di ricarica e debutta soluzioni ingegnose come la panca Eat&Work mentre la Fiat Scudo rafforza il suo carattere di veicolo compatto su fuori e grande dentro e il Nuovo Fiat Doblò fa un ulteriore passo avanti nella connettività. • Fiat è uno dei marchi con maggiore esperienza nel mercato dei veicoli commerciali, con oltre un secolo di esperienza nello sviluppo di soluzioni per tutti i tipi di aziende e lavoratori. Fiat Professional vanta un'esperienza senza eguali nel campo dei veicoli commerciali. Dal lancio della Fiat 24 HP 120 anni fa, l'azienda italiana ha progettato e prodotto furgoni, fur